...e questo è l'ultimo disegnello postato nella casa (la home, che ironia! vabbuò...) dove è nata canemucca (essi, perchè è femmina).
I feed sono già stati reindirizzati a casa nuova. Qui resta tutto così, non toglo nulla. Archivio totale.
Sicuro ogni tanto tornerò a dargli un'occhiata. Mi son divertito e incazzato e intristito e vergognato e si, a volte arrapato (?) assai in questo luogo, quindi delle belle immersioni nostalgiche me le concederò.
Vavè, ci si vede dall'altra parte. Via la mano dai coglioni, beshtie.

M.

Selezione del Reader's Digest
La Graziella di Dio Gambetto di Donna ASL? If tetts.wocciuwont... Néjàvù LinguaMorta
Principia di Congelamento
AppEnDaun
iMMagination: giastanillusgion
Quacking
Reason breack
Les Signes du la Decadons
I culi si spaccano qui, nella testa. Uomini.
Tippy-Tapy & il Bongy-Pallo
Outing 0.1
Outing 1.0
Outing 3
Outing GTT [gototop]
GoodOl'Bashtard
Grigio Sporco
Disegno fallace
Le cicale immortali
Certo che a me i periodi di festa fanno un bene...
Blu di Prussia
I 5 link a lato vi sparano la saga di Jeppo in una nuova finestra.
Jeppo 01
Jeppo 02
Jeppo 03
Jeppo 04
Jeppo_XX
A dx 5 link a strip pubblicate su Apogeonline Bit Comics.
Tom-Tom
A.R.G.O.
Coretorto
Pleasedongò
Razor(non pubblicata!) OCCHIO, che compare in basso.
Penso che questo blog sia organizzato come la mia scrivania, cioè un casino. Per cui, quissù ho linkato le cose fumettose realizzate in questi mesi (ho scelto tra quelle più rappresentative).
Mi sono autolimitato o le avrei messe tutte (i figli so' piezz'e core ;)
Comunque, l'elenco completo dei post e di quasi tutte le cose pubblicate in giro sul web, è come sempre nella colonna a dx.

venerdì 5 ottobre 2007

Taking Off



Anche The Rufus Cut, immeritatamente ospitata su Ballons grazie all'affetto e la sovradimensionata stima (e pazienza) nei miei confronti dell'amico Max Olla, deve staccare la spina per un pò.
Il 90% di questa decisione è dovuto al lavoro (quello vero).
Da questa parte dello specchio si è come balenieri (scusate l'analogia, ma non è che il wwf metterà al bando anche Melville?!). Non c'è flusso regolare di fatica. Per dei periodi si ha tempo libero, pigro, durante il quale s'intagliano pifferi e ci si fanno tatuaggi. Poi si avvista il cetaceo e nient'altro conta.
Non posso dedicare l'attenzione che meritano alle mie strip, quindi, invece di far cagate, interrompo.
Tanto gli amici capiranno (si spera, e se no... sti#@zzi ;).

A proposito di amici, Carmelo Magnafico (che tante volte si è manifestato in benevoli commenti) m'ha dedicato un post sull'attivissimo blog control-alt-canc gestito dall'associazione Hermano Querido (di cui fa parte), e lo linko per pura vanità (vabbè, c'è una vignettozza).
Si tratta di un blog legato alla realtà locale di un paesino del basso Lazio (Lenola) sperduto nelle montagne, ma animato da una vivacissima attività socio/politica. Dipenderà dal fatto che Lenola ha dato i natali ad Ingrao, o magari è quello che mangiano... boh? Fatto sta che questi organizzano, partono, fanno robe collaborative e solidali coinvolgendo mezzo mondo (letteralmente).
Io ne sono stupito perché qui, al paesino mio, accavallato a una superstrada che pare n'autogrill, un suicidio di massa sarebbe considerato 'na botta de vita.

Vabbuò, tardivissimi auguri di buon matrimonio a Lea, che magari a quest'ora sarà già tornata dal viaggio di nozze e avrà avviato le pratiche di divorzio (e vabbè, e può succedere no? e poi magari c'incontriamo e scappiamo insieme in Argentina!;)

Progetti per il futuro? Grazie della domanda.
Vorrei sorpassare la fase laboratorio e provare a seguire qualche progetto con più cura. Parlo sempre di fumettoni lunghi qui su Canemucca eh? Ah, e riprendere Piera, che mi piaceva e non riuscivo a farla sottogamba. Insomma, concentrare un pò gli sforzi senza spruzzare in giro come un innaffiatore da giardino.
(ma tu sei un innaffiatore da giardino Mak, non puoi diventare un idrante!)
Mavafanculo, io posso essere qualunque cosa immagini di essere.

Saluti, Napoleone.

13 commenti:

Ed! ha detto...

Mavafanculo, io posso essere qualunque cosa immagini di essere.

Saluti, Napoleone.



da scolpire nella pietra.

100 punti in un colpo solo nella mia personale lista dei "maestri" che più stimo al mondo.

sono con te.

Carmelo ha detto...

Ebbè non c'è storia,
grazie Mak per le belle parole...

...mi spiace per Rufus...

'sti diavolo di federali!

Mak, non ti preoccupare, sono sicuro che la tua abilità ti porterà a smettere di inseguire le cose e a cominciare a farti inseguire da loro...

...fottutissimo, fatti acchiappare!

Carmelo
Ass. Hermano querido

manu ha detto...

Sei Grande amò. basta cazzeggiare, vogliamo qualcosa che faccia scricchiolare le schiene in proskinesys....

Ed! ha detto...

Marco l'importante è che ti ricordi che i maestri son destinati a farsi schiacciare poi dagli alievi.
vai vai... che ti piglio U_U

wallyci ha detto...

Ora vi dico una cosa che quando avrò finito potrò solo emigrare a casa di Tanoka. E anche lì è ancora troppo vicino.
Tempo fa leggevo delle vecchie tavole disegnate dal Makkox. Bellissime. Si si, davvero. Sono rimasta incantata.
Una cosa però mi ha lasciata perplessa.
Finita una leggo in fondo "FINE PRIMA PARTE".
Io: "Marco, e la seconda parte? Dai trovala che voglio leggere la fine della storia!".
Lui: "...".
Io: "Marco ma sei scemo?"
Lui: "..."
Io: "No... non l'hai mai scritta, vero?"
Lui:"...eh..."
La scena si è ripetuta 3 o 4 volte per altrettante mezze storie. Ed erano tutte bellissime, GIURO.
Mak è così. Inizia a fare qualcosa e poi, siccome sa già come va a finire, si rompe le balle e la pianta lì (chissà come se le fa le pippe?)
Questo modo di essere ha qualcosa di estremamente positivo: vi posso assicurare che il nostro supereroe tornerà (presto o tardi non si sa) con qualcosa di nuovo.
L'importante è che sia qualcosa che lo diverta.

Skiribilla ha detto...

Cara Wallyci, hai detto solo cose vere, quindi non avrai certo bisogno di emigrare chissà dove (a parte forse per quella tua perplessità sulle sue pippe, che toccare st'argomento coi maschi è sempre un'incognita...).

Va bene, prendiamone atto.
Non sarà la nostra generazione quella che vedrà mai la seconda parte delle storie di Mak.
Ma in fondo che c'importa.
Quando lui si diverte
ci fa sognare.

tanoka ha detto...

skiribilla, ho giá tirato fuori le lenzuola di riserva per sistemarti sul divano-letto in soggiorno.

Caspita, a me la pausa di Rufus dispiace piú di altre perché mi faceva proprio ridere. Lo trovavo acido al punto giusto, e sempre politicamente scorretto.

Chi segue Mak anche solo da qualche mese (come me) sa che ha qualche problema con la puntata numero 2. Ci dev'essere una sorta di filtro (o autocensura) che gli fa dire "questa so giá come va a finire, é inutile andare avanti" proprio come dice skiribilla. (Butto lí un'ipotesi: gli outing sono arrivati alla puntata numero 5 perché mak non avevi la piú pallida idee di dove portava la storia?)
Puó essere un limite, ma non é detto. Io sono con te quando dici che puoi essere qualunque cosa tu immagini di essere.

Ultima cosa (e poi giuro che sto zitto, logorroico): invece del formato della strip a puntate (che ti obbliga a disegnare, é vero, ma ti chiude un po' in una gabbia) perché non ti rilassi e butti giú quello che ti passa per la testa. Una specie di "appunti con la BIC", ma fatti per bene, seguendo questo cammino mistico di superamento di te stesso, che trapela dai tuoi ultimi post. Senza regole, senza puntate, scegliendo il tema che piú ti piace, un po' a cazzo..
Tanto per rimanere in zona, Quino disegnava Mafalda a puntate, ma si prendeva sempre il tempo per fare anche quelle vignette pazzesche "all in one", critiche, esilaranti.

Stop, con affetto,
Tanoka

Iscariota Tersicoreo ha detto...

wallyci ha detto... [...] Mak è così. Inizia a fare qualcosa e poi, siccome sa già come va a finire, si rompe le balle e la pianta lì (chissà come se le fa le pippe?) [...]
Ragazza, sei un mito. M'informo per vedere se ti si può dedicare una piazza.

Eh, quando tocca de lavora', tocca de lavora', non c'è storia. Peccato però, m'ero abituato a farmi un giretto per le tue strisce ogni giorno, lunga vita a Rufus!

Però - per quanto riguarda il creativus interruptus - ti capisco. Anche a me capita (ammazza se capita) di mollare lì storie e idee a metà strada. Non è che lo faccio apposta, è che, contro ogni aspettativa, tutto quello che mi andava di dire l'avevo già detto nella prima parte, perciò il resto è un po' di scorta.
Un po' come - scusate la metafora non proprio elegante che non mi farà invitare a casa Windsor per il week-end - l'espulsione della placenta. Tutti sono emozionati per la nascita del bambino, parlano solo di lui e stanno lì a filmare il magico momento della nascita (che poi, una volta al dunque, viene molto spoetizzato dalla faccenda dell'evacuazione intestinale involontaria) mentre a nessuno frega poi dell'espulsione della placenta che ha tenuto in vita il piccino e l'ha nutrito e protetto (un po' come dire "adoro Linus, ma la sua coperta mi fa cagare"). Il processo creativo è un po' così: alla fine, della placenta, interessa solo al diretto interessato, l'autore/puerpera (che magari è anche un po' geloso all'idea di doverla condividere con gli altri), così quando ha esaurito il "bambino" e non resta altro da mostrare che la "placenta", piuttosto che esibirla ("guardate che carina, somiglia alle viscere del papà!") se la tiene per sé e buona notte.

Lo so, forse è contorto, malato, deviato e probabilmente starete pensando "qual'è il numero della Neuro Deliri?" ma questo è quanto.

Fam ha detto...

Non starai organizzando un suicidio di massa al tuo paese?

Ed! ha detto...

Non starai organizzando un suicidio di massa al tuo paese?

Povero Massa, che ha fatto di male?

madmac ha detto...

non è sempre così iscariota. nel giorno del mio compleanno i regali li fanno alla placenta (che tra l'altro ha una stanza tutta sua mentre io dormo nel divano letto in soggiorno...)

Iscariota Tersicoreo ha detto...

No, niente suicidi di Massa (non ci vado da un pezzo) o di gruppo, non mi piace l'omologazione. Sono il genere di squilibrato che se deve fare una cazzata vuole essere protagonista assoluto.

madmac ha detto... non è sempre così iscariota. nel giorno del mio compleanno i regali li fanno alla placenta (che tra l'altro ha una stanza tutta sua mentre io dormo nel divano letto in soggiorno...)

Come disse il trono d'Inghilterra quando Enrico VIII gli si sedette sopra: "Che culo!"

24frames ha detto...

Possiamo proporre al nostro Mak di cominciare a disegnare una storia direttamente dalla seconda puntata?
Spesso le cause sono più imprevedibili delle conseguenze di una storia :-)
A me, per esempio, Graziella mi è rimasta qui! (vedasi zona giugulare)